Personale, utopico…magico Bifest 2017!

L’ottava edizione del Bif&st 2017 si è conclusa con un enorme successo di pubblico, come era da intuizione dei suoi creatori. Il Festival internazionale del cinema a Bari diretto da Felice Laudadio è il festival di tutti. Promosso dalla Regione Puglia, prodotto dalla Fondazione Apulia Film Commission e presieduto da Margarethe von Trotta, ha sviluppato 300 eventi in 8 giorni in 12 sale con la partecipazione di circa 75.000 spettatori. Una settimana irreale, utopica (come scrive il suo claim) per la città di Bari e per me, che non vedo l’ora che ritorni.

Le sale del Cinema Galleria erano piene sin dalla mattina alle 9 e ogni sera era il tutto esaurito al Teatro Petruzzelli con grandissimo stupore da parte dei cineasti, attori e operatori del settore (Andrej Konchalovskij,  Pif, Primo Reggiani, Gianni Amelio, Greta Scacchi, Pupi Avati, Carlo e Enrico Vanzina, Riccardo Scamarcio, Dario Argento, Fanny Ardant, Jacques Perrin solo per citarne alcuni). Le stesse personalità del mondo del cinema ben interagivano e si mescolavano col pubblico – ho visto Alessandro Gassman davvero stupito – tanto da riconfermare quanto questo festival sia molto fruibile, per nulla opulento e lontano, almeno visibilmente, dalla politica.

Anche quest’anno ero li, profondamente amante del cinema, affascinata dall’allure delle attrici, del carisma degli attori e dei registi. Primo fra tutti Pif, molto ironico sempre col sorriso, dalla battuta pronta e da innumerevoli storie su cui riflettere. Il look meno, ma te lo aspetti, da Vittoria Mezzogiorno per niente! Ed invece…

Anche Primo Reggiani era al circolo dei canottieri Barion per presentare il suo ultimo film La ragazza dei miei sogni di Saverio Di Biagio, un film magico, come hanno raccontato. Lui torbido, cupo d’aspetto ha dichiarato che è stanco di parti da traditore tenebroso…la vedo dura tradire la propria immagine!

La conferenza stampa di Taranta on the road, un film di Salvatore Allocca. Con Alessio Vassallo, Nabiha Akkari (in foto), Bianca Nappi, Helmi Dridi, Nando Irene. ci ha incuriositi per la trama, per i protagonisti e per essere un film low budget prodotto dalla pugliese Draka Production Srl… come dire e realizzare qualcosa con pochi mezzi? Lo spunto può venire anche da un film.

Ho potuto rivedere grazie al Bi&st anche il toccante film Lamerica di Gianni Amelio con Michele Placido ed Enrico Lo Verso con l’indimenticabile scena finale della nave carica di albanesi.

Il regista era presente alla stessa conferenza stampa per presentare il nuovo film in uscita La tenerezza. La scelta del film da vedere al festival è avvenuta per caso: le altre sale erano tutte piene e qui erano rimasti solo pochi posti…ma è stato una vera scossa emotiva, soprattutto perché il giorno dopo avrei preso l’aereo direzione Tirana per il One Day with Stilista personale. L’impatto tra la vecchia Albania del post comunismo vista nel film e la nuova, in pieno fermento, è stato notevole!

Personale, utopico…magico Bifest 2017!

 

 

 


Contattami via mail: annalisa_colonna@yahoo.it per ricevere più info e qui per conoscere me, le mie esperienze lavorative e gli altri miei servizi professionali.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...