I look e tutte le tendenze moda dal Festival di Sanremo 2014 – part 1

Terminata l’ultima edizione del Festival di Sanremo 2014, ho guardato per voi tutti i look e tirato fuori alcune tendenze moda molto interessanti. Spesso sono dettagli, piccole sfumature e minimi comuni denominatori che posso determinare cambiamenti nello stile; alle volte poi hanno … Continua a leggere

I commenti sui look della prima serata del Festival di Sanremo 2014

Sono sopravvissuta alla prima serata del Festival di Sanremo 2014, nonostante l’esaltazione più volte citata delle ‘balconate’ femminili, la visione orripilante delle calzamaglie color carne con pioggia di strass e piume a go go da avanspettacolo! Nonostante tutto questo, ha detta degli … Continua a leggere

Bifest 2013 – Lezioni di cinema con Carlo Verdone – part 3

Dopo il post sui documentari in concorso selezionati anche dalla vostra Stilista personale https://lamiastilistapersonale.wordpress.com/2013/03/20/al-bifest-bari-international-film-festival-2013-part-1/ e dopo le lezioni di cinema dell’attore e regista pugliese Sergio Rubini https://lamiastilistapersonale.wordpress.com/2013/03/21/bifest-2013-lezioni-di-cinema-con-sergio-rubini-part-2/, martedì 19 marzo ho visto le Lezioni di Cinema del disponibilissimo e divertente Carlo Verdone, arrivato al Bifest con suo fratello Luca a presentare un documentario sulla vita intima e, soprattutto, sulla casa inviolata di Alberto Sordi, un altro protagonista speciale del Bifest, a cui si è dedicato un tributo, proiettando spezzoni dei suoi film accanto a repertori della nostra storia italiana (guarda i titoli sul sito del Bifest http://www.bifest.it/portfolio_entries/festival-alberto-sordi-tributi).

Bifest 2013 - Carlo e Luca Verdone nel teatro Petruzzelli alle Lezioni del Cinema coordinate da Fabio Ferzetti

Bifest 2013 – Carlo e Luca Verdone nel teatro Petruzzelli alle Lezioni del Cinema coordinate da Fabio Ferzetti

Dopo la proiezione di Alberto il grande, Carlo Verdone racconta, in un teatro Petruzzelli riempito in ogni ordine, della sua prima volta nella casa di Alberto Sordi, che condivideva con le sue sorelle e che mai nessuno aveva visto.

Carlo e Luca Verdone alla presentazione del documentario su Alberto Sordi al cinema Adriano di Roma

Carlo e Luca Verdone alla presentazione del documentario su Alberto Sordi al cinema Adriano di Roma

“Davanti al pubblico da Sordi ti aspettavi di tutto, mentre quella casa era come un monastero, buia e fredda..che ti faceva pensare ad una persona molto gelosa dei suoi spazi”.

Racconta che una stanza aveva i divani ancora ricoperti di cellofan, di un bagno di ospiti con vecchie saponette e acqua arrugginita che scorreva, dove neanche l’ombra di un ospite non era mai entrato. Verdone era molto simpatico a Sordi, tanto da fargli vedere la sua casa, a considerarsi come un padre e da decidere di girare un film con lui che sancì questo rapporto: In viaggio con papà del 1982.

Una scena del film In viaggio con papà con Verdone e Sordi

Una scena del film In viaggio con papà con Verdone e Sordi

Ricordando un aneddoto di quando Sordi, davanti le eccellenze culturali italiane aveva fatto un appunto da bacchettone fuori luogo, afferma:

“Sordi era il conservatore per eccellenza, che non riuscì a diventare moderno perché era senza amici, senza confronto, senza uno stacco culturale. Vivere da soli come Sordi ti rende arido e fermo”.

Mentre, a proposito dei documentari, citando il suo e quello realizzato interamente dal fratello, che ho trovato davvero molto interessante, ovvero Fabrizi e Fellini. Lo strano incontro (http://www.bifest.it/film/fabrizi-e-fellini-lo-strano-incontro-2), dice:

“Sono contento della nuova rinascita del documentario, perché preserva la memoria storica e fa didattica”

(come già citato nel primo post su questo Bifest https://lamiastilistapersonale.wordpress.com/2013/03/20/al-bifest-bari-international-film-festival-2013-part-1/#).

E continua affermando che a causa della crisi, persino da lui si pretendono film meno qualitativi e di forte impatto commerciale:

“Film come ‘Una giornata particolare’ di Ettore Scola ora è impensabile”.

Non è un film comico, non è solo drammatico, sono capolavori, è il nostro bagaglio culturale. Oggi non si sta costruendo nulla di solido.

Una scena del film di Ettore Scola Una giornata particolare del 1977, con Sophia Loren e Marcello Mastroianni

Una scena del film di Ettore Scola Una giornata particolare del 1977, con Sophia Loren e Marcello Mastroianni

“Questo Paese ha perso la credibilità, i nostri film non vengono più considerati dal resto del mondo”

E continua:

“Viviamo in una sorta di assuefazione culturale e di analfabetismo culturale, come le costruzioni abusive sulle belle coste italiane. Non puoi solo affidarti ad Internet per informarti. Anche ai miei collaboratori li ripeto di leggere Maupassant, Verga..lì troveranno il senso delle cose, nei motori di ricerca.. là non c’è anima“.

E’ stata una bellissima lezione di cinema, durata circa due ore, dalla quale si deduce la profonda stima e disponibilità per il pubblico da parte di Carlo e Luca Verdone.

Bifest 2013 - Carlo Verdone firma gli autografi al teatro Petruzzelli dopo la sua Lezione di Cinema

Bifest 2013 – Carlo Verdone firma gli autografi al teatro Petruzzelli dopo la sua Lezione di Cinema

Bifest 2013 - Carlo Verdone s'intrattiene ancora per molto per firmare gli autografi, quando il teatro Petruzzelli si stava svuotando

Bifest 2013 – Carlo Verdone s’intrattiene ancora per molto per firmare gli autografi, anche quando il teatro Petruzzelli si stava svuotando

Qui il link al profilo Facebook del festival https://www.facebook.com/bifest.it?group_id=0.

I post del Bifest continuano ancora! Io vi esorto ancora a parteciparvi!